9 consigli sul social media marketing per il terzo settore e gli enti di beneficenza

Un recente sondaggio ha mostrato che le organizzazioni di beneficenza e di volontariato hanno raddoppiato i loro sostenitori sui principali canali di social media nell’ultimo anno. Non sorprende quindi che i social media siano una parte sempre più popolare ed essenziale del piano strategico quando si fa marketing per il terzo settore, consentendo agli enti di beneficenza di connettersi direttamente con i sostenitori.

Quando si fa marketing per il terzo settore, i social media possono essere uno dei metodi più efficaci per creare sostenitori, reclutare volontari, condividere storie di successo, aumentare le donazioni, incoraggiare le persone a iscriversi a campagne, fare rete con organizzazioni affini o dimostrare l’impatto del loro lavoro.

Quando pianifichi la tua campagna sui social media, pensa attentamente a cosa vuoi ottenere e con chi vuoi interagire, quindi scegli i tuoi canali in base a chi vuoi raggiungere. Facebook, Twitter, Instagram, ClubHouse, Telegram tendono a rivolgersi a un pubblico più ampio e più giovane, mentre LinkedIn è più uno strumento professionale per il networking aziendale.

Se stai prendendo in considerazione i social media per migliorare l’attività della tua associazione, potresti essere tentato di avere un approccio “sparatutto“, lanciarti e iscriverti a quanti più account gratuiti possibile. Ma tieni presente che una volta che questi account sono stati attivati, dovrai interagire regolarmente. Avere un account inattivo è peggio che non averne affatto.

A differenza della stampa o della posta diretta, i social media consentono ai tuoi sostenitori di impegnarsi in una comunicazione bidirezionale e su base individuale. Bacheche dei commenti, forum, commenti di Facebook e tweet ti danno la possibilità di interagire in modo proattivo con coloro che supportano il tuo lavoro. Inoltre, i social media offrono la possibilità di creare connessioni emotive, che possono davvero aiutare quando si fa marketing per il terzo settore. Il testo su una pagina può essere ottimo per ottenere informazioni, ma i video, le immagini e le reazioni umane sono ciò che realmente dà vita allo scopo del tuo lavoro di beneficenza.

Marketing per il terzo settore: i 9 migliori consigli sui social media per le organizzazioni del terzo settore

  • Diventa un esperto

Crea risorse e contenuti che possano comunicare la tua reputazione di esperto nella tua zona e leader nel tuo campo. Crea elenchi di suggerimenti e articoli utili per i tuoi sostenitori e distribuiscili gratuitamente.

  • Misura il successo

Decidi cosa vuoi ottenere e quali metriche monitorare. Usa strumenti come MentionMap, Facebook Insights e The Archivist per misurare il successo della tua attività sui social media e interpretare i dati per renderli utili, modificando le tue attività per migliorare i tuoi risultati.

  • Estendi la portata

Seleziona un social network e massimizza la tua copertura. Non limitarti ad impostare solo un profilo o una pagina. Crea anche un gruppo e attira più sostenitori in questo modo.

  • Preparati a perdere il controllo

Non c’è modo che tu possa controllare ogni parola di ogni persona. Puoi impostare un processo di approvazione per i commenti che le persone pubblicano, ma se segui questa strada assicurati che il processo di approvazione sia ragionevole e veloce.

  • Le prime impressioni contano

Prova a “stupire” i tuoi follower sui social media fin dall’inizio. Rendi il tuo profilo o la tua pagina belli e graficamente d’impatto. Controlla come apparirà la tua organizzazione nelle bacheche degli amici, carica una bella foto e usa un titolo che possa farsi notare.

  • Pubblica contenuti virali taglienti

I social network danno il meglio di sé quando le persone pubblicano contenuti e soprattutto quando gli utenti condividono i tuoi contenuti. Trova nomi di pagina / profilo accattivanti e creativi, usa video e molte foto.

  • Utilizza i sostenitori già sui social media

Fai un sondaggio tra i tuoi membri e scopri chi è attivo sui social media. Invia loro un’e-mail invitandoli a diventare tuoi amici, unirsi al tuo gruppo o mettere mi piace alla tua pagina. Incorpora collegamenti ai tuoi social media in tutte le tue comunicazioni come le newsletter via e-mail.

  • Comunica frequentemente

Aggiorna quotidianamente le tue pagine sui social media con nuovi contenuti. Discuti con i tuoi contatti su questioni importanti e fai cadere le persone al tuo sito web. La creazione di un blog sul tuo sito Web, aggiornato frequentemente, può dare un grande impulso alla tua attività.

  • Attiva i tuoi follower sui social network

Trasforma i tuoi amici e seguaci in attivisti, donatori e volontari. Assicurati che le tue pagine sui social network offrano sempre molte opportunità per essere coinvolti. Includere opportunità e canali di donazione nelle pagine dei social network ti aiuterà ad ottimizzare gli sforzi.

Rispondi