Sottoscritto un protocollo d’intesa tra Agenzia delle Entrate e FIGC per verificare l’equilibrio finanziario delle società professionistiche in vista della prossima stagione sportiva.

Si consolida la collaborazione tra l’Agenzia delle Entrate e la Federazione Italiana Giuoco Calcio. Il direttore vicario delle Entrate, Aldo Polito, e il presidente della Figc, Gabriele Gravina, hanno infatti sottoscritto un protocollo d’intesa che, anche quest’anno, consentirà ai due enti di verificare l’equilibrio finanziario delle società professionistiche in vista della prossima stagione sportiva 2020/2021. L’accordo prevede uno scambio di informazioni tra le parti e l’acquisizione, da parte dell’Agenzia delle Entrate, di dati utili alle attività di controllo sul rispetto degli obblighi fiscali.

I punti dell’intesa – Entro due giorni dalla sottoscrizione dell’accordo, la Figc trasmetterà alle Entrate l’elenco delle società sportive professionistiche con denominazione sociale e codice fiscale/partita Iva, per permettere all’Agenzia di procedere alla verifica degli adempimenti tributari.

Le Entrate controlleranno l’avvenuto pagamento dell’Iva relativa all’anno d’imposta 2019, l’avvenuta presentazione delle dichiarazioni relative al periodo d’imposta chiuso al 31 dicembre 2018 e la regolarità dei pagamenti Ires, Irap, Iva e delle ritenute Irpef sui redditi di lavoro dipendente risultanti dalle dichiarazioni dello stesso periodo.

Nel mese di giugno, l’Agenzia fornirà un riscontro anche sull’avvenuto pagamento rateale delle somme dovute a seguito della liquidazione delle imposte e delle ritenute relative a dichiarazioni con periodi d’imposta chiusi al 31 dicembre 2013, 2014, 2015, 2016, 2017 e 2018, e sull’avvenuto pagamento, anche rateale, delle imposte e delle ritenute relative a partite di ruolo divenute definitive, con cartelle notificate entro il 30 aprile 2020.

Invio dei dati in sicurezza – Al termine delle verifiche, l’Agenzia comunicherà i risultati alla Figc. Agenzia delle Entrate e Federcalcio individueranno un responsabile per la trasmissione e ricezione dei dati, che avverranno nella massima sicurezza. L’accordo sarà valido fino al 28 febbraio 2021, termine entro il quale potrà essere rinnovato per le successive stagioni sportive.

image_pdfScarica in PDFimage_printVedi anteprima di stampa