Assicurazione palestra: cosa copre e quali tipologie di danno prevede un assicurazione per le palestre?

Chi è il responsabile, chi paga i danni, se dopo aver sudato ai pesi per tutta la sera scivoli rientrando negli spogliatoi sul pavimento bagnato?

É solo una delle tante domande che spesso ci vengono rivolte da amici e palestre che hanno scelto il nostro software gestionale. La risposta diciamolo subito è chiara e semplice. Se recandosi negli spogliatoi si scivola a causa del pavimento bagnato, o durante una sessione di allenamento si rompe involontariamente un macchinario causando un danno ai presenti, è possibile richiedere e ottenere il risarcimento del danno da parte del gestore della palestra O rivalersi sull’assicurazione.

Quindi, il primo consiglio che diamo agli amici che stanno scegliendo la palestra dove sudare durante prossimi mesi invernali è quello di optare per una palestra che sia assicurata e che abbia una assicurazione che copra tutti, o gran parte, dei rischi che possono verificarsi al suo interno. Alle Palestre e alle ASD che gestiscono una palestra invece suggeriamo di scegliere con attenzione un assicurazione per palestre che possa realmente metterli al riparo da tutti i possibili rischi.

RICHIEDI SUBITO una consulenza gratuita e scopri come il SOFTWARE GESTIONALE ASSOFACILE possa migliorare la vita della tua Palestra.

Chi sono i tesserati OBBLIGATI all’assicurazione?

L’obbligo di assicurarsi è previsto per i soli tesserati con le federazioni e discipline riconosciute dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI). Nonostante ciò l’assicurazione è fortemente consigliata anche per tutti i centri sportivi che non rientrano tra le federazioni e discipline riconosciute dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI).

Quali sono le condizioni affinché l’assicurazione della palestra possa risarcire un danno?

In primo luogo, ovviamente, la palestra deve esser coperta dalla assicurazione per l’infortunio e il fatto deve essere accaduto nei locali della palestra. Il danno non deve essere già presente nel momento in cui si verifica il sinistro, ma dev’essere una sua conseguenza.

Cosa fare in caso di danno? Come comportarsi nel caso si subisco un sinistro all’interno della palestra?

Se si ricade all’interno delle condizioni precedentemente elencate bisognerà comunicare immediatamente l’accaduto all’assicurazione e al gestore della palestra con raccomandata a/r. Nel malaugurato caso in cui la palestra non sia coperta da assicurazione per infortuni (o se l’infortunio non rientra tra le casistiche previste dall’assicurazione) ci si potrà rivalere direttamente sul gestore della palestra.

Cosa copre l’assicurazione di un palestra sportiva?

L’assicurazione di una palestra solitamente copre: il danno fisico, quello quello morale e, in qualche raro caso, quello da mancato guadagno. Copre inoltre le spese sostenute per l’acquisto dei farmaci e le cure necessarie per ripristinare il proprio stato di salute.

Come si compone di norma una polizza assicurativa per le palestre?

La polizza infortuni delle palestre in genere comprende: un massimale in caso di morte, un indennizzo in caso di danni fisici proporzionato al grado di invalidità, una indennità giornaliera da ricovero, una indennità da ingessatura (soltanto per alcune tessere) e un rimborso di spese mediche. Il tipo di infortuni coperti e il massimale garantito possono variare in funzione del tipo di tesseramento.

image_pdfScarica in PDFimage_printVedi anteprima di stampa