Vi presentiamo due interessanti bandi per organizzazioni non profit cui è possibile aderire per ottenere importanti finanziamenti dedicati a varie attività di interesse sociale e culturale.

Bandi per organizzazioni non profit promossi dalla Generas Foundation Onlus

La prima è proposta dalla Generas Foundation Onlus, organizzazione con sede a Milano operativa dal 2015, con una vasta esperienza nel campo del non profit.

L’Ente si impegna per promuovere progetti volti a favorire l’inserimento lavorativo, la lotta all’esclusione sociale, la cooperazione e lo sviluppo delle competenze delle organizzazioni non profit.

Le proposte devono attenersi agli ambiti di intervento dell’ente erogante e si focalizzano su tre ambiti:

– Adolescenza: suggerendo piani di formazione e informazione per ridurre il gap tra scuola e lavoro, promuovendo il potenziale dei più giovani;

– Rischio povertà assoluta: per ridurre il rischio sfruttando gli strumenti che le nuove tecnologie ci mettono a disposizione;

– Sostenibilità ambientale: racchiude iniziative tese a promuovere consumi e produzioni etiche ed ecosostenibili, allo scopo di favorire la riduzione del consumo energetico e dell’inquinamento ambientale.

Le domande di adesione devono essere presentate entro il 30 giugno 2018 e il budget richiesto deve rientrare negli 80.000 euro annui, come riportato nel sito della Generas Foundation Onlus.

Bandi per organizzazioni non profit finanziati dalla Banca D’Italia

La seconda iniziativa è finanziata dalla Banca d’Italia, che offre preziosi contributi per progetti di interesse pubblico. I finanziamenti annuali possono essere richiesti in due periodi distinti: tra gennaio e febbraio e tra luglio e agosto. Relativamente al 2018, c’è tempo fino al 30 agosto per inviare la propria candidatura sfruttando i contributi previsti per il secondo periodo dell’anno.

Il bando è rivolto a organizzazioni non profit pubbliche e private e accoglie varie tipologie di progetti, sia operanti nel settore assistenziale, sia in alti campi. Relativamente al primo ambito d’intervento, la Banca d’Italia vuole offrire il proprio sostegno per finanziare progetti tesi a sostenere minori e anziani in stato di bisogno, malati e disabili e persone colpite da forme di esclusione e disagio sociale.

Inoltre il bando si rivolge anche a istituzioni che promuovono la cultura umanistica, storica e scientifica, ad esempio sostenendo studi e iniziative divulgative, ma anche fornendo un valido aiuto nell’organizzazione di eventi, mostre ed esposizioni, ad eccezione di iniziative meramente celebrative di ricorrenze.

Molte le opportunità dedicate alle associazioni che operano nel settore della formazione rivolta alle scuole e ai giovani, che possono inviare proposte per migliorare il sistema scolastico, nonché organizzare corsi di alta formazione in grado di rispondere alle richieste attuali del mercato del lavoro.

Infine, rientrano nel bando proposte in grado di favorire il trasferimento del know-how scientifico e tecnico al sistema economico-produttivo, attraverso il finanziamento di progetti di ricerca, borse di studio, seminari e convegni a carattere scientifico e culturale. La partecipazione al bando è esclusa per persone fisiche, enti e società con finalità di lucro.

Le domande dovranno includere l’importo richiesto e garantire la disponibilità di una fonte di finanziamento esterna, ulteriore rispetto al soggetto proponente. Per maggiori informazioni e per inviare la vostra candidatura potete consultare il bando completo “Criteri e procedure per l’assegnazione di contributi liberali da parte della Banca d’Italia” cliccando qui.

, , ,

Rispondi