5 per mille 2022. Fino al prossimo 11 aprile, le Onlus e le associazioni sportive dilettantistiche possono fare domanda per accedere al contributo. Non hanno bisogno di ripresentare l’istanza le organizzazioni non lucrative già presenti nell’elenco permanente delle Onlus accreditate per il 2022, pubblicato sul sito dell’Agenzia, e le associazioni sportive dilettantistiche già ammesse lo scorso anno presenti nell’elenco permanente 2022, pubblicato dal CONI sul proprio sito istituzionale.

Via libera alle iscrizioni al 5 per mille. Fino al prossimo 11 aprile, le Onlus e le associazioni sportive dilettantistiche possono fare domanda per accedere al contributo del 5 per mille 2022.

La richiesta d’iscrizione, che contiene già l’autocertificazione sul possesso dei requisiti, va trasmessa in via telematica, utilizzando i servizi online dell’Agenzia delle entrate. Entro il 10 maggio verranno resi noti gli elenchi definitivi dei soggetti iscritti.

Cinque per mille 2022. Tempistiche per la presentazione delle domande.

C’è tempo fino all’11 aprile per iscriversi negli elenchi dei soggetti che possono accedere al contributo del 5 per mille Onlus e Associazioni sportive.

Il ‘Decreto Milleproroghe’ (DL n. 228 del 2021) ha previsto che le organizzazioni iscritte all’Anagrafe delle Onlus continuano a essere destinatarie della quota del 5 per mille per l’anno finanziario 2022 con le modalità previste per gli ‘enti del volontariato’ (DPCM 23 luglio 2020) e, dunque, le nuove richieste di accreditamento al contributo del 5 per mille devono essere presentate all’Agenzia delle entrate.

Soggetti che possono presentare la domanda per il cinque per mille 2022.

Oltre alle Onlus e alle associazioni sportive dilettantistiche di nuova costituzione, sono tenute a trasmettere telematicamente la domanda anche quelle che nel 2021 non si sono iscritte o non possedevano i requisiti richiesti.

Il termine del 10 aprile previsto dalla legge cade di domenica e viene quindi prorogato automaticamente al giorno successivo, lunedì 11.

Cinque per mille per Onlus e ASD.

Possono partecipare al riparto anche le Onlus e le associazioni sportive dilettantistiche che non hanno effettuato tempestivamente l’iscrizione purché regolarizzino la propria posizione entro il 30 settembre 2022. I requisiti devono essere comunque posseduti alla data di scadenza originaria (11 aprile 2022).

Come presentare la domanda per l’iscrizione nei registri del cinque per mille.

L’istanza d’iscrizione va trasmessa tramite i servizi telematici dell’Agenzia, direttamente o tramite intermediario. In particolare, l’applicativo per l’iscrizione delle Onlus è disponibile sul sito dell’Agenzia delle entrate, mentre quello per l’iscrizione delle associazioni sportive dilettantistiche è disponibile sul sito del Coni, mediante collegamento con il sito dell’Agenzia delle Entrate, nonché sul sito della stessa Agenzia.

Entro il 20 aprile gli elenchi provvisori, appuntamento al 10 maggio per i definitivi.

Gli elenchi provvisori degli enti iscritti saranno pubblicati dall’Agenzia delle entrate (per le Onlus) e dal Coni (per le associazioni sportive dilettantistiche) entro il 20 aprile 2022.

Le correzioni di eventuali errori possono essere richieste, non oltre il 2 maggio, dal legale rappresentante del soggetto richiedente, ovvero da un suo incaricato munito di formale delega, alla Direzione regionale dell’Agenzia delle entrate o all’Ufficio del Coni territorialmente competenti. La versione definitiva degli elenchi dei soggetti iscritti verrà pubblicata entro il 10 maggio.

Calendario 5 per mille 2022

  • Data di avvio presentazione domanda d’iscrizione 9 marzo 2022
  • Termine presentazione domanda d’iscrizione 11 aprile 2022
  • Pubblicazione elenco iscritti provvisorio entro il 20 aprile 2022
  • Richiesta correzione domande entro il 2 maggio 2022
  • Pubblicazione elenco iscritti definitivo entro il 10 maggio 2022

Cinque per mille Enti del terzo Settore.

Gli Enti del Terzo Settore si rivolgono, invece, per l’accreditamento al contributo del 5 mille al Ministero del lavoro e delle politiche sociali per il tramite dell’Ufficio del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore.

A partire dal 23 novembre 2021, è divenuto operativo, infatti, il Registro Unico Nazionale del Terzo settore (RUNTS), e, pertanto, a partire dal 2022, il contributo del 5 per mille è destinato agli Enti del Terzo Settore iscritti al RUNTS, gestito dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Cerchi un software gestionale che possa aiutarti a gestire la tua Associazione? Scopri le funzionalità di AssoFacile e richiedi subito la tua DEMO GRATUITA.

Associazioni sportive no profit: definizione e funzionamento.