Vi siete mai chiesti:”quali documenti bisogna avere sempre in ordine nel caso l’Agenzia Delle Entrate, o la SIAE decida di verificare se la vostra Associazione lavora nel pieno rispetto delle regole?”.

Bene, noi si, E oggi abbiamo scelto di darvi alcune informazioni utili per verificare se l’organizzazione e la documentazione della vostra Associazione o Società è regolare oppure no. Un preventivo controllo e l’intervento per sistemare eventuali anomalie potrebbero evitare maggiori problemi in caso di verifiche fiscali.

Di seguito forniamo un elenco indicativo e non esaustivo di quello che l’Agenzia o altro verificatore potrebbe richiedere

  • Atto costitutivo e statuto debitamente registrato a seconda che si tratti di ASD o SSD;

  • Certificato di attribuzione del Codice Fiscale e P.IVA , eventuali opzione per il regime agevolato Legge 398/1991 e relative ricevute di presentazione o spedizione.

  • Elenco degli associati per le Associazioni redatto in forma libera o elettronica con l’indicazione del dati anagrafici dell’associato, data inizio del rapporto, codice fiscale e recapito per la corrispondenza e n° di telefono;

  • Modello EAS sottoscritto dal legale rappresentante e copia della ricevuta telematica di trasmissione;

  • Per le ASD: domanda di adesione all’ associazione, debitamente firmata dall’associato o dal genitore in caso di minori. La domanda deve riportare che l’associato ha preso visione ed accettato lo statuto ed i regolamenti dell’associazione;

  • Per le SSD: domanda di iscrizione alla società e di tesseramento alla Federazione Sportiva o Ente di Promozione Sportiva a cui l’associazione è affiliata;

  • Rendiconti economici finanziari per le ASD e bilanci per le SSD con il relativo verbale d’approvazione dell’Assemblea (meglio se corredato da un foglio presenze con le firme dei soci presenti ed è veramente importante che non sembrino verbali redatti con il copia incolla);

  • Attestazione del Commercialista nel caso le scritture siano tenute presso uno Studio;

  • Documenti contabili ed in particolare : Ricevute non fiscali per le attività istituzionali nonché scontrini, ricevute fiscali, fatture attive per l’attività commerciale;

  • Fatture passive e altri giustificativi di spesa (scontrini, ricevute fiscali, note di debito, note dei compensi dei collaboratori);

  • Modelli F24 per i pagamenti dei contributi e delle imposte;

  • Estratti conto bancari;

  • Copia delle Dichiarazioni Fiscali (Mod.Unico, Mod. IRAP, Modello IVA qualora obbligatoria )

  • Modello 770 e copia delle certificazione dei compensi erogati a collaboratori o professionisti;

  • Registro degli infortuni e Libro Unico del Lavoro qualora vi siano dei rapporti di lavoro dipendente;

  • Copia dei contratti di locazione degli spazzi utilizzati per lo svolgimento della attività e relative ricevute di registrazione;

  • Avvisi di convocazione delle Assemblee degli associati e dei soci nel caso di SSD;

  • Verbali del Consiglio Direttivo per le ASD e del Consiglio d’Amministrazione per le SSD.

N.B. Nel caso di raccolta pubblica di fondi o di ricezione di fondi derivanti dal 5 per mille saranno necessari specifici rendiconti.

Particolare attenzione dovrà porsi all’ attuazione della normativa sulla Privacy e sulla normativa sul lavoro per le quali potrebbe essere opportuno rivolgersi a professionisti esperti nei vari settori al fine di predisporre quanto necessario per il rispetto delle varie normative.

👉 SCOPRI SUBITO come risolvere in pochi click tutti i tuoi problemi gestionali. ENTRA nel mondo AssoFacile.it, il software gestionale più completo presente oggi sul mercato –> www.assofacile.it