In occasione del Giorno del Dono che si terrà il 4 ottobre 2018 l’Istituto Italiano della Donazione lancia la Campagna di raccolta fondi Donoday2018.

L’iniziativa, promossa in collaborazione con UBI Banca e la Fondazione Italiana Accenture, ha lo scopo di raccogliere fondi destinati al finanziamento di progetti sociali rivolti ai minori.

Il Bando del Donoday2018 consente di elaborare progetti per varie finalità. Nel regolamento sono riportati alcuni esempi che includono la lotta all’abbandono scolastico e al bullismo, l’assistenza di minori che soffrono di gravi patologie e l’accoglienza e il supporto a minori vulnerabili, ma i partecipanti sono liberi di pianificare interventi per target differenti, purché in linea con il fine ultimo dell’iniziativa.

Per aderire al bando è necessario inviare la propria candidatura attraverso il sito internet dell’Istituto tra le ore 00.00 del 9 aprile 2018 e le ore 23.59 del 9 maggio 2018.

Nella piattaforma i partecipanti al bando dovranno allegare:

  • Copia della Carta di identità del Legale Rappresentante dell’Ente
  • Lettera di adesione al Bando a firma del Legale Rappresentante come da allegato 1
  • La Relazione di revisione contabile al bilancio, se non già caricata sul sito dell’organizzazione
  • Il Documento di rendicontazione sociale, se non già caricato sul sito dell’organizzazione
  • Un piano di comunicazione e di raccolta fondi che accompagni il progetto
  • Un video sul progetto della durata massima di un minuto (opzionale in fase di valutazione, obbligatorio in caso di vittoria del Bando).

Per quanto riguarda i criteri di accesso alla graduatoria, come abbiamo visto in precedenza non sono previste particolari limitazioni né per quanto riguarda la natura del progetto, né per le specifiche dei potenziali vincitori.

Tra i requisiti richiesti per partecipare al bando del Donoday2018, gli Enti devono presentare una relazione di revisione contabile al bilancio aggiornato. Inoltre gli Enti sono tenuti a pubblicare sul proprio sito internet un documento di rendicontazione sociale aggiornato (che include il bilancio sociale, il bilancio di missione, un report della attività e la relazione del presidente).

Mentre la proposta di più progetti per un singolo Ente è vietata dal regolamento, il bando consente di fare rete partecipando assieme ad altre Associazioni e proponendo un Ente capofila. Ciò potrebbe rappresentare un’interessante occasione di aggregazione, con la possibilità di offrire proposte basate sull’adesione di molteplici professioni che operano nello stesso territorio unite da un interesse comune.

In seguito all’adesione al bando tutte le candidature presentate verranno analizzate dal Comitato valutativo ed inserite in graduatoria.

L’elenco sarà reso pubblico entro il 9 maggio 2018 attraverso il sito web dell’Istituto Italiano della Donazione.

I progetti saranno selezionati attraverso criteri a insindacabile giudizio del Comitato valutativo, privilegiando iniziative che si contraddistinguono per interventi concreti e mirati e che abbiano elaborato un’accurata analisi dei bisogni del territorio. Inoltre, al fine di aumentare le probabilità di vincere il bando, è necessario proporre un progetto sostenuto da un piano di comunicazione e raccolta fondi adeguate e che sia in grado di promuovere la collaborazione di enti e individui aderenti.