Safety e Security. Negli eventi e nelle manifestazioni esistono due tipologie diverse di sicurezza, leggi le indicazioni dei nostri esperti in sicurezza e scopri come organizzare un evento in sicurezza

Merito delle Circolari del Ministero dell’Interno è quello di aver definito che negli eventi e nelle manifestazioni concorrono e sono presenti «due» tipi di sicurezza:

  • a) Safety: i dispositivi e le misure strutturali a salvaguardia dell’incolumità delle persone
  • b) Security: i servizi di ordine e sicurezza pubblica, ai fini dell’individuazione delle migliori strategie operative

Gli Operatori di Sicurezza

Le definizioni di safety e security hanno consentito di stabilire anche una netta separazione dei compiti tra i diversi soggetti che operano nel settore degli eventi e manifestazioni. Devono essere previsti «Operatori di Sicurezza» negli eventi destinati a svolgere le seguenti funzioni:

  • 1. Assistenza all’esodo;
  • 2. Instradamento;
  • 3. Monitoraggio dell’evento; 4. Lotta all’incendio.

Quanti sono gli operatori necessari per organizzare un evento in sicurezza?

  • 1 unità ogni 250 persone presenti.
  • Ogni 20 operatori almeno 1 coordinatore di funzione

Chi sono gli operatori di sicurezza?

• Personale in quiescenza già appartenente alle forze dell’ordine, alle forze armate, ai Corpi dei Vigili Urbani, dei Vigili del Fuoco, al Servizio Sanitario per i quali sia stata attestata l’idoneità psico-fisica,

  • Altri operatori in possesso di adeguata formazione in materia;
  • Addetti alla lotta all’incendio e alla gestione dell’emergenza, per il rischio elevato con idoneità tecnica.
blank

La Protezione Civile: utilizzo dei volontari com operatori di sicurezza per organizzare un evento in completa sicurezza. 

Un ruolo e una presenza importante durante le «feste» viene svolto dai Volontari.

Ai sensi dell’art. 16 del Codice della protezione civile (D.Lgs. n. 1/2018): «non rientrano nell’azione di protezione civile gli interventi e le opere per eventi programmati o programmabili in tempo utile che possono determinare criticità organizzative» come manifestazioni pubbliche statiche e dinamiche, quali riunioni, cortei, raduni, eventi in piazza, spettacoli.